Si informa e si invita alla massima divulgazione, nell’interesse di tutti i cittadini fiorentini e non solo.

Il giorno 24 Luglio 2015 nella Sala dei Dugento di Palazzo Vecchio alle ore 10,30 si terrà un incontro fra esperti convocati da Mamme No Inceneritore e da Sindaco D. Nardella e Assessore A. Bettini  che si confronteranno sul tema gestione rifiuti e nuovo progetto inceneritore a Firenze.  Gli esperti convocati dal movimento Mamme no Inceneritore sono di seguito indicati:

  • ANNIBALE BIGGERI Professore  Ordinario  di  Statistica  Medica  e  Biometria  (Università  di  Firenze),  Direttore  UO Biostatistica,  Istituto  per  lo  studio  e  la  prevenzione  oncologica  ISPO.  Ha  lavorato  per realizzare  il  registro  Tumori  Toscano  fino  al  1991.  È  stato  Presidente  dell’Associazione Italiana  di  Epidemiologia  ed  è attualmente Presidente  di  Epidemiologia  e  Prevenzione Impresa  sociale  srl.
  • ROSSANO ERCOLINI Presidente dell’associazione Zero Waste Europe e coordinatore del Centro di Ricerca Rifiuti Zero. Nell’aprile 2013 ha ricevuto il Goldman Environmental  Prize, il maggior riconoscimento mondiale sui temi della sostenibilità e dell’ambientalismo. Ha scritto e pubblicato il libro «Non bruciamo il futuro» edito nel 2014 da Garzanti.
  • MASSIMO GULISANO Professore  Ordinario  di  Anatomia  Umana  e  membro  del  Centro  Interdipartimentale  di Biometeorologia  (Università  di  Firenze),  ha  collaborato  con  prestigiosi  centri  di  ricerca nazionali  ed  internazionali;  si  occupa  delle  interazioni  ambiente‐cellula  e  ambiente-organismo  e  delle  applicazioni  cliniche  in  ambito  oncologico,  neurologico,  nefrologico  e dermatologico.

Le Mamme No Inceneritore forti della consulenza di decine di medici e tecnici ed esperti promuovono un progetto di smaltimento dei rifiuti alternativo a quello pianificato da Quadrifoglio, che funziona in molti Comuni Italiani e in numerose città europee ed internazionali. Si tratta di un percorso condiviso dalla Unione Europea e che è finalizzato a una revisione complessiva del ciclo rifiuti in un’ottica ecosostenibile. Il progetto di costruire ora un inceneritore è inutile e frutto di una visione ormai superata dal momento che esistono ormai alternative messe concretamente in pratica in molte realtà simili a quella fiorentina, che sono economicamente convenienti, anche in termini occupazionali.

Durante l’incontro saranno infine nuovamente avanzate le richieste di:

  • rinvio della Conferenza dei Servizi del 6 di Agosto 2015 al fine di permettere una adeguata valutazione dei rischi ambientali e sanitari,
  • istituire un confronto permanente fra esperti delle due parti al fine di aprire un dialogo per la valutazione di percorsi alternativi alla gestione dei rifiuti che non prevedono il loro incenerimento.

Con gentile richiesta di massima diffusione,
Mamme No Inceneritore