Il Comitato Mamme No Inceneritore onlus è lieta di condividere l’inatteso riconoscimento che arriva da uno dei più importanti progetti europei in tema di educazione alla riduzione dei rifiuti, al riuso e al riciclo dei materiali. Il progetto delle BORRACCE IN ACCIAIO, AL BANDO LE BOTTIGLIE DI PLASTICA delle Mamme NO Inceneritore è arrivato finalista nella categoria cittadini tra oltre 5286 azioni a livello italiano.

Le borracce delle Mamme NO Inceneritore convincono!

Il comitato promotore italiano della Settimana Europea della Riduzione dei Rifiuti, che ha premiato le Mamme NO Inceneritore, è formato tra gli altri da: CNI Unesco, Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, Federambiente, Anci, Città Metropolitana di Torino, Città Metropolitana di Roma Capitale,  Legambiente, AICA (Associazione Internazionale Comunicazione Ambientale) – segreteria organizzativa, ERICA soc. coop. e Eco dalle Città.

I risultati del progetto delle borracce sono evidenti e parlano da soli: ad oggi siamo a1.200 borracce di acciaio distribuite, che vuol dire aver evitato la produzione e lo spreco di 187.200 bottigliette di plastica in un anno e 14.976 Kg di CO2 non emessi nell’atmosfera all’anno.

Ma per tornare al tema dell’iniziativa, la Riduzione dei Rifiuti, le 1.200 borracce equivalgono anche a 2 tonnellate in meno di rifiuti urbani l’anno da gestire e/o mandare a incenerire!

Le borracce delle Mamme NO Inceneritore convincono!
Le borracce delle Mamme NO Inceneritore convincono!

Applausi e congratulazioni per l’azione svolta, il modo e i risultati ottenuti sono arrivati da tutti i partecipanti presenti alla premiazione. Lodevoli anche gli apprezzamenti di Filippo Bernocchi, delegato ANCI sui rifiuti, che ha citato l’azione delle Mamme NO Inceneritore come “un esempio positivo e pratico su come attuare davvero una riduzione dei rifiuti all’origine”.

Il progetto SERR (Settimana Europea della Riduzione dei rifiuti) è giunto alla sua settima edizione e si svolge ogni anno dal 2009 coinvolgendo tutti gli stati membri e raccogliendo innumerevoli progetti, presentati sia da semplici cittadini che da imprese, che hanno come scopo finale quello di incentivare la riduzione dei rifiuti per una società più ecosostenibile.

Nel 2015 la SERR si è svolta dal 21 al 29 novembre e sono state registrate ben12.035 azioni che hanno coinvolto tutti i paesi europei. In Italia nell’edizione 2015 sono state registrate un numero totale di 5.286 azioni, suddivisi in sei categorie.

Il progetto presentato da Mamme No Inceneritore nasce dall’intento di, contemporaneamente alla costante azione per fermare la costruzione di nuovi inceneritori a Firenze e in Italia, promuovere attivamente l’esistenza di una gestione di rifiuti alternativa all’incenerimento che rientra nella strategia Rifiuti Zero.

Estremamente consapevole dell’importanza di promuovere la riduzione della produzione di rifiuti e la riduzione del materiale plastico nel mondo il comitato ha deciso di promuovere, fra le buone pratiche, anche la riduzione dell’uso di bottigliette di plastica. In considerazione dell’elevata quantità di bottigliette di plastica che i nostri figli usano e gettano a scuola, è nata l’idea di promuovere l’uso di borracce in acciaio inossidabile 18/8 che può essere facilmente riciclato, èdurevole e indistruttibile ed è privo di contaminanti. Inoltre, le borracce in acciaio sono riutilizzabili e riciclabili. Da questa necessità è nato l’incontro con 24bottles, l’azienda italiana che realizza le borracce, e che ha portato alla produzione di 1200 borracce personalizzate e colore appositamente per la Mamme NO Inceneritore.

L’utilizzo delle borracce ha quindi riscosso un ampio gradimento fra i  cittadini che con maggiore consapevolezza hanno accolto l’invito a un approccio più sensibile nella gestione dei materiali di uso quotidiano.

Per il comitato Mamme No Inceneritore questo gradito riconoscimento premia il tempo e la passione con cui il comitato difende le proprie posizioni e conferma, con un riconoscimento a respiro addirittura europeo, che un futuro senza inceneritori deve rappresentare l’unico possibile nella società umana… e questo ce lo hanno confermato le decine di progetti arrivati finalisti delle varie categorie. Tutti progetti di cittadini, aziende, istituzioni e scuole che hanno dimostrato come una gestione diversa dei rifiuti è possibile!

Le borracce delle Mamme NO Inceneritore convincono!

Tutte le informazioni sulle borracce (che stanno tornando) le potete trovare qui: http://www.mammenoinceneritore.org/2016/02/03/le-borracce-in-acciaio-delle-mamme-no-inceneritore/

Spinte da questo ennesimo riconoscimento, le Mamme NO Inceneritore ricordano a tutti l’appuntamento del 14 Maggio 2016, quando a Firenze si terrà la grande manifestazione contro tutti gli inceneritori!