Sei un sostenitore del progetto “Che Aria Tira?”? Vuoi sapere come sta andando avanti?

Allora sei nel posto giusto! Qui potrai seguire l’evolversi del progetto giorno dopo giorno! Torna spesso per scoprire tutte le novità sul Progetto di autocostruzione di centraline per il rilevamento della qualità dell’aria.

Cronologia

Cronologia

2017
05 Mag 2017

Al lavoro per non perdere nemmeno un dato

Continua il complicato lavoro di affinamento del software delle singole centraline e del database centrale. E’ importante che i dati non vadano mai perduti, anche davanti all’assenza di una connessione di rete, e che ci sia una ottima interconnessione con la piattaforma centrale. In particolare stiamo sviluppando e testando l’invio dei dati al server centrale a seguito di un down della connessione internet. Le centraline continueranno infatti a registrare i dati e, appena la connessione torna attiva, il software si occuperà di inviare i dati che non erano stati condivisi con la piattaforma.

12 Apr 2017

Preseguono i lavori sul sito e sulla pubblicazione dei dati

Proseguono i lavori su quella che sarà l’interfaccia pubblica della rete di centraline: è importante che si riescano a comunicare con immediatezza e precisione i dati rilevati dai sensori e la loro rilevanza sullo stato di inquinamento dell’aria che respiriamo. Ci stiamo provando e speriamo che il sito vi piacerà 😉

30 Mar 2017

E’ tornato il sensore del primo fail, funzionerà ora?

Oggi ci è stato riconsegnato il sensore nuovo in sostituzione di quello difettoso!! La casa madre infatti, dopo una approfondita verifica tecnica e in laboratorio, ha deciso di procedere con la sostituzione. Come per gli altri, anche questo sensore sarà preso in carico dai nostri tecnici per la messa a punto dell’hardware di collegamento e per la nuova fare di test e calibrazione

17 Mar 2017

Acquisto di un nuovo sensore per la calibrazione

Mentre sono in corsi i test sui due sensori scelti, decidiamo di acquistare un ulteriore tipo di sensore, più costoso degli altri ma di grande affidabilità. Oggi ci è stato consegnato e i tecnici che partecipano al progetto sono già all’opera per curarne l’installazione e il collegamento online. Questo terzo sensore, che può monitorare PM2.5 e PM10 ma non simultaneamente, servirà per tarare e calibrare ulteriormente i sensori low-cost da noi scelti. Questo sensore infatti è stato calibrato in laboratorio e ha già passato una serie di test di validazione in parallelo con centraline ufficiali.

23 Feb 2017

Esiti positivi e primi fail

I primi test prolungati e le operazione di calibrazione fatte in interno ed esterno dei sensori danno i loro frutti, a volte anche negativi, ma rispondono alle variazioni climatiche.

I nostri tecnici hanno osservato, per uno dei sensori, valori anomali quando ci sono tassi di inquinamento elevati. Dopo uno scambio di dati e osservazioni con i tecnici della casa madre, si è deciso di restituire il sensore per un controllo da parte del produttore e un eventuale ricalibrazione o sostituzione.

15 Feb 2017

Test in condizioni estreme

Continua la fase di sperimentazione, i sensori sono attivi in parallelo e vengono sottoposti anche a diversi test. In particolare sono iniziate le sperimentazioni in esterno, non in laboratorio, per dimostrare la loro affidabilità anche in condizioni estreme!

09 Feb 2017

Continuano i lavori sullo “scatolotto”, ci siamo quasi!

Continuano i lavori sul famigerato “scatolotto”, ovvero il contenitore da mettere in esterno che conterrà il vero cuore del progetto: i sensori di rilevamento della qualità dell’aria e la scheda per elaborare e comunicare i dati. Il gruppo di lavoro si è riunito ancora una volta al FabLab Firenze dopo varie prove ed esperimenti per portare avanti lo studio e la progettazione sullo “scatolotto”: oggi si iniziano a vedere i risultati delle prove pratiche e i disegni per la versione finale migliorano sempre di più. Siamo quasi pronti per andare in stampa… come in stampa? Esatto! Lo scatolotto sarà interamente realizzato da noi e sarà stampato grazie alle stampanti 3D.

30 Gen 2017

Il sito web prende vita

Ed ecco finalmente che i dati che iniziano ad arrivare al server, e da qui si trasformano in grafici, tabelle e cruscotti. Questa probabilmente sarà la parte più visualizzata del progetto e stiamo lavorando per renderla comprensibile e comunicativa a tutti. Per questo non ci bastava pubblicare i semplici numeri, ma volevamo qualcosa di più… e ci siamo quasi 😉

A presto per altri aggiornamenti

04 Gen 2017

Iniziati i lavori sullo “scatolotto”

Mentre i primi sensori sono in fase di test e calibrazione, il gruppo di lavoro si è riunito al FabLab Firenze per portare avanti lo studio e la progettazione sullo “scatolotto”: ovvero la casa vera e propria delle centraline 😉

2016
28 Dic 2016

A tutto web! Lavori in corso per il portale di “Che Aria Tira?”

Sfidando la nebbia e lo smog della piana fiorentina e con i primi dati che iniziano ad arrivare dalle due centraline in test, un piccolo gruppo di “stoici eroi” si ritrova in quel di Montemurlo per un brainstorming collettivo sulla piattaforma web. Il server c’è, le centraline pure e ora inizia a esserci anche la base della piattaforma che permetterà di: raccogliere tutti i dati, mostrarli a livello numerico e di singola centralina ma anche di visualizzarli su una mappa, calcolare le medie orarie e giornaliere e molto altro ancora… Ma non vogliamo svelarvi troppo 😉

28 Dic 2016

Siamo tra le 10 migliori storie del 2016!

E’ un onore sapere che la nostra campagna di Crowdfunding “Che aria tira?” è stata scelta come una delle 10 “Migliori” storie del 2016 su Produzioni Dal Basso. Grazie davvero allo staff di PdB, a chi ha lavorato a questa campagna e a tutti i sostenitori che avete reso possibile questo sogno.

20 Dic 2016

Iniziata la prima fase di test e taratura!

Con grande felicità annunciamo che è ufficialmente iniziata la prima fase di test e taratura in esterno! Da oggi due centraline autoprodotte, utilizzando due diversi sensori, sono affiancate, per testarle, alla centralina di PM2.5 Firenze. La validazione delle misure di quest’ultima centralina e’ affidata alla Società per l’epidemiologia e la prevenzione Giulio A. Maccacaro Impresa sociale srl con cui il Comitato Mamme No Inceneritore ha stipulato una convenzione.

Molto probabilmente ci sarà da rimettere le mani a qualcosa, ma si inizia a fare sul serio… iniziano ad arrivare i primi dati 😉

19 Dic 2016

“Che Aria Tira?” al Polo Scientifico di Sesto

Presso l’Aula 11 del Polo Scientifico di Sesto si è tenuto un interessante incontro organizzato da Ninux Firenze e Mamme No Inceneritore in collaborazione con il Collettivo di Scienze e Lilik. All’interno dell’iniziativa di è parlato di “Reti comunitarie: Internet dal basso contro la censura e il digital divide” (a cura di Leonardo Maccari) e del progetto “Che Aria Tira?” (a cura di Salvatore Moretti). Gli studenti presenti, e molto interessati, hanno cosi potuto scoprire il progetto di centraline autocostruite per il monitoraggio della qualità dell’aria e il suo attuale stato di avanzamento.

 

15 Nov 2016

Al via il primo beta test in esterno

Grazie al lavoro dei nostri tecnici, oggi è iniziato il primissimo beta test in esterno con i due “scatolotti” realizzati interamente in legno. L’obbiettivo è quello di testare il funzionamento dei due diversi sensori, il passaggio dell’aria, l’elettronica generale, la resistenza alle intemperie esterne e il passaggio dell’aria dentro i primi “scatolotti”. Per l’occasione è stata realizzata una piattaforma di raccolta e pubblicazione dati ospitata direttamente su una scheda Raspberry PI.

09 Nov 2016

Iniziati i lavori sui server che ospiteranno la piattaforma

Sono iniziati ufficialmente i lavori sui server che ospiteranno la piattaforma web di “Che Aria Tira?”. Dopo varie peripezie, sfortune digitali, cavi rotti etc…. (come testimoniato dall’immagine)… i nostri eroi sono riusciti a mettere online un server con doppio processore, RAM a pacchi, doppio alimentatore e sopratutto tanti hard disk in RAID hardware… che la sicurezza non è mai troppa!

29 Ott 2016

Attivo e funzionante il sensore ALFETTA!

Il sensore più costoso e da noi denominato “ALFETTA” è online! Dopo lo studio e le prime analisi, il sensore è stato configurato e ora inizia a inviare i primi dati per riempire il grafico giornaliero. Il dato attuale, media dei valori su un minuto, viene aggiornato ogni 5 minuti. Il sensore resterà qualche giorno in casa per vedere e testare il funzionamento. Al momento sembra promettere bene.

30 Set 2016

Arrivato uno dei due sensori

E’ finalmente arrivato uno dei due sensori che verrano testati dal progetto “Che Aria Tira?” per la realizzazione di una rete di centraline autocostruite e lowcost per il monitoraggio della qualità dell’aria. Questo sensore è “molto” più costoso della soluzione lowcost già in studio, ma sembra offrire ottimi risultati secondo diversi studi internazionali in parallelo con centraline “ufficiali”. Da oggi chiameremo questo sensore “ALFETTA” 😉

12 Set 2016

Inscatolata la prima centralina low-cost!

Archiviato il successo del crowdfunding, il gruppo che segue di più il progetto centraline non si ferma e si ritrova per brindare al successo… ma anche per lavorare… ed ecco che tra proposte, idee e pensieri nasce la prima centralina “lowcost”. Monta un sensore a basso costo, una scheda arduino e uno “scatolotto” riciclato. Siamo ancora a una soluzione veramente home made, ma che inizia a dare i primi dati/risultati 😉

10 Set 2016

€16500 Raccolti! Ce l’abbiamo fatta!

16500 Grazie! Questa è la cifra che siamo riusciti a raccogliere grazie alle donazioni di 387 cittadini e associazioni che, come noi, vogliono conoscere lo stato di salute dell’aria di Firenze.

Grazie al successo di questa campagna di crowdfunding saremo in grado di costruire la prima rete indipendente e lowcost di centraline per il monitoraggio della qualità dell’aria. I nostri smanettoni, i tecnici dell’aria e i partner informatici, grazie a voi, sono già al lavoro per realizzare il progetto.

Le Mamme NO Inceneritore ringraziano tutte e tutti!

04 Set 2016

Evento conclusivo per ragiungere l’obbiettivo del crowdfunding

Seminario formativo a Firenze presso la Limonaia di Villa Strozzi in concomitanza con il lancio della settimana di chiusura della campagna di crowdfunding per il progetto di automonitoraggio e rilevamento della qualità dell’aria, le Mamme NO Inceneritore e Zero Waste Italy vi invitano a una giornata di informazione, dibattiti e laboratori dal titolo:

“SALUTE, AMBIENTE, DIOSSINE, INCENERIMENTO: NESSUN RISCHIO E’ ACCETTABILE SE E’ EVITABILE”.

Durante l’iniziativa è stato predisposto banchino dedicato per chi voleva sostenere il progetto: che ha raggiunto -€4.000 per raggiungere l’obbiettivo finale!